confraternite e fraglie enogastronomiche a convegno

25.05.2017

Il ruolo delle confraternite e delle fraglie enogastronomiche vicentine per salvaguardare le specialità culinarie della tradizione è al centro del convegno di venerdì 26 maggio, alle 17.15, al palazzo del Doglione di Marostica, organizzato dalla delegazione di Vicenza dell’Accademia Italiana della Cucina, presieduta da Claudio Ronco, con la collaborazione della Fondazione Banca Popolare di Marostica Volksbank. Un modo per tener fede all’idea di Orio Vergani, fondatore della Accademia, di salvaguardare la cultura della civiltà della tavola. 

Le 17 confraternite e fraglie vicentine sono quelle del Bacalà alla Vicentina, la Magnifica Fraglia del Torcolato di Breganze, dell’Olio e Tartufo dei Berici, dell’Asparago Bianco Dop di Bassano, della Sopressa di San Giacomo Minore, del Broccolo fiolaro, del Clinto, della Ciliegia Igp, dei Gnochi con la Fioreta, dei Ristoratori De.Co, del Formaggio Asiago, del Formajo nel Pignato De Caltran, della Fritoa co la Sardea, del Torresan, il Macaronicum Collegium dei Ristoratori Bassanesi, della Quaglia di Levà, del Pamojo, della Faraona. Si tratta di sodalizi nati per non perdere il patrimonio di conoscenze, di ricette e di consigli culinari. Le 17 storiche confraternite si confrontano in una tavola rotonda, moderata da Ronco e animata dagli interventi degli Accademici Giandomenico Cortese, Raffaele Cavalli, Paolo Portinari e Fernando Rigon.

“Presenteremo anche il libro realizzato dalla Delegazione Vicentina. Lo sforzo editoriale compiuto – ricorda Ronco – vuole essere un segno tangibile della riconoscenza della Accademia Italiana della Cucina nei confronti di coloro che mantengono vive le tradizioni”. Il volume, di 226 pagine, raccoglie tutte le notizie sulle 17 realtà culturali. Il tema del convegno riveste anche una particolare importanza in quanto proprio in questi giorni la Regione Veneto con la legge nr 12, ha inteso riconoscere e promuovere l’associazionismo enogastronomico quale strumento di tutela e valorizzazione dei prodotti agroalimentari, vitivinicoli e dei piatti tipici del territorio veneto.

 

Fonte: Il Gazzettino, 25 maggio 2017.