OperaEstate 37^ edizione

31.08.2017

Viaggio, scoperta, rivelazione, erano le direttrici delle due scorse edizioni. Fondanti anche in questa che conclude il primo triennio del nuovo riconoscimento ministeriale come festival multidisciplinare. Con in più il tema della rinascita insito sia nel ripresentarsi ad ogni fiorire d’estate e sia nel rinnovamento che molti fra i percorsi di questa edizione accolgono.

Del tutto in linea con il nuovo corso ministeriale che ha valutato e collocato Operaestate ai vertici dell’offerta culturale nazionale, tra i tre festival multidisciplinari italiani meglio valutati in assoluto. Premiandone proprio evoluzione, sviluppo e impegni, che coincidono con i nuovi criteri di valutazione: innovatività, valorizzazione della creatività emergente, partecipazione a reti nazionali e internazionali, a progetti Europei, di audience development, di impatto turistico. Tutte direzioni che Operaestate conferma, anche superando la “contingenza” dell’evento e coltivando la densità della “permanenza”.

Da Bassano, capofila del progetto, una programmazione densa di percorsi multidisciplinari, si diffonde lungo tutta la Pedemontana Veneta, sconfinando verso il Trentino. Tanti i percorsi: da “L’arte della commedia”, che esplora le radici del teatro popolare fino alle sue interpretazioni più contemporanee, a “Explorando”, in viaggio tra storie e paesaggi attraverso la “scena” pedemontana, tra la meraviglia dei luoghi inconsueti dove s’ambientano drammaturgie originali e passeggiate teatrali. Per “Architetture del corpo”, si presenta la grande danza internazionale insieme alla scena emergente sostenuta dal festival, e la “Grande musica” è protagonista con i giovani talenti, la tradizione dell’opera e inediti progetti sul contemporaneo (fonte: http://www.operaestate.it/download/).

Operaestate collega una vasta rete di enti promotori, in primis la Regione del Veneto e la Città di Bassano del Grappa, cui si aggiungono molteplici altri comuni, tra cui Marostica, godendo del sostegno di numerosi enti, tra cui non poteva certamente mancare la Fondazione Banca Popolare di Marostica-Volksbank, che pone tra i suoi principali obiettivi la promozione di iniziative aventi finalità culturali, di educazione, istruzione, ricreazione, assistenza sociale e sanitaria, finalità di ricerca scientifica a beneficio del tessuto civile e sociale.